IL SENTIERO NEL BOSCO


IL SENTIERO NEL BOSCO

Mettiti in posizione comoda, con la schiena diritta (filo a piombo), il collo e le spalle rilassate, i piedi a terra con le gambe che formano un angolo di 90° tra loro e il busto (radicamento); le mani appoggiate sulle cosce, coi palmi verso l’alto rilassati e aperti a cucchiaio.

Conta tre respiri ritmici (4-2-4-2: inspirazione, trattenimento, espirazione, trattenimento)

Stai camminando lungo una spiaggia assolata, di fronte a te il mare si distende in tutta la sua grandezza, ti trasmette pace, calma interiore, serenità. Prendi un sentiero che dal mare ti porta verso il centro di un bosco fitto, a tratti quasi la luce del sole non filtra tra i rami degli alberi… a tratti aperto, luminoso, col sole che fa brillare i prati sotto i tuoi piedi … Senti i profumi della terra, dell’erba … ascolti gli uccelli che cinguettano volando tra gli alberi… Ti fermi ad assaporare i colori del bosco: dal verde al marrone, al giallo… tanti colori che si fondono e sembrano specchiarsi nel cielo…. In cielo alcune nuvole si trattengono, come a osservare il tuo passaggio Stai attraversando il bosco della tua vita… tutto qui ti rappresenta, ti esprime, il: bosco è in te e tu sei nel bosco… poniti in ascolto.

Quali SUONI attirano la tua attenzione? Ascoltali ancora… cosa ti raccontano di te? Cosa esprimono di questo momento della tua vita? Quali COLORI attirano la tua attenzione? Osservali ancora… cosa ti raccontano di te? Cosa esprimono di questo momento della tua vita? Quali ODORI percepisci? Cosa ti raccontano di te? Cosa esprimono di questo momento della tua vita? Quali EMOZIONI vivi camminando nel bosco della tua vita? Come mai?

Sei giunto ad un bivio, davanti a te c’è un sentiero che si biforca, come una Y, di terra battuta. Vedi che le diramazioni del sentiero portano a due torri: la torre del castello di Esser-ci per tutti e quella del castello del Focolare domestico.

Cosa e chi rappresenta nella tua vita e nelle tue relazioni LA TORRE DELL’ESSER-CI PER TUTTI? Cosa provi a pensare di imboccare il sentiero che porta ad essa? Quali immagini, ricordi, pensieri, associazioni emergono nel tuo cuore e nella tua mente? Come ti vedi vivere, attivarti, essere in questo castello incentrato sull’elemento sociale? In che modo potresti vivere questa dimensione? E come ti ci sentiresti?

Immagina ora di prendere l’altro sentiero, l’altro ramo della Y che hai di fronte. Cosa e chi rappresenta nella tua vita e nelle tue relazioni LA TORRE DEL FOCOLARE DOMESTICO? Cosa provi a pensare di imboccare il sentiero che porta ad essa? Quali immagini, ricordi, pensieri,associazioni emergono nel tuo cuore e nella tua mente? Come ti vedi vivere, attivarti, essere in questo castello incentrato sull’elemento familiare? In che modo potresti vivere questa dimensione? E come ti ci sentiresti? Ti rendo conto solo ora di essere un cavaliere, sei a cavallo ed indossi una pesante armatura. Scendi dal cavallo, ti togli l’armatura e senti che prenderai uno dei due sentieri, da solo, a piedi, senza armatura… Che tipo di armatura hai utilizzato fino ad oggi per difenderti e combattere? Con quali risultati? Quali emozioni vivi? Cosa ti trattiene? Con quali paure entri in contatto? Cosa ti spinge da una parte o dall’altra?

Visualizza adesso il filmato del tuo futuro tra dieci anni… ti vedi vivere nel castello dell’esser-ci per tutti o in quello del focolare domestico? Sai dire come mai? Come ti senti in quella torre? Come organizzi le tue giornate?

Descrivi una giornata della tua vita nella torre che hai scelto… Prendi infine il tempo di dieci respiri ritmici e visualizzati che prendi uno dei due sentieri, cammini lentamente, sereno, consapevole di ciò che ti attende… Hai scelto, senza aspettare che altri o la vita scegliessero per te… cosa è cambiato nella tua vita? Ascoltati per cinque respiri, rimanendo ancora nel bosco della tua vita… poi lentamente riprendi il cavallo, scegli se indossare ancora l’armatura o meno, ripercorri la strada all’indietro fino ad arrivare in riva al mare, respira l’aria salmastra e senti il sole sul tuo viso … arrivi alla tua sedia, al tuo momento del qui e ora…riapri gli occhi e scrivi ciò che ti viene in mente senza riflettere troppo e senza esprimere giudizi.